martedì 12 gennaio 2010

Fagottini di pasta con indivia e chèvre


Eccomi di ritorno! Dov'ero andata? Purtroppo da nessuna parte, mi ero solo presa una pausa dopo la sbornia culinaria natalizia (tra l'altro, nemmeno fotografata).
In più a questa è seguito un fastidioso virus intestinale, per cui a casa nostra ormai si viaggia di risotto al niente o, per essere più sfiziosi, di panini al Philadelphia...ma abbiate fede! Ieri Matteo si è fatto un pollo al curry che avevo preparato e surgelato come scorta per i tempi bui.
E direi che è un buon segno.
Il profumino di curry ha solleticato anche me.

Per tornare al mio blog un passo per volta, inizio postandovi più che una ricetta, un esperimento, fatto in dosi per una persona (me), per testare la pasta fillo che finalmente ho trovato (in Svizzera, però) e smaltire un avanzo di indivia e chèvre.
Esperimento più test più riciclaggio...tante ricette nascono dalla combinazione di questi tre fattori.

Ho preparato, com'è facile intuire, dei fagottini ripieni di indivia e chèvre, molto leggeri perché passati al forno e non imbevuti di burro (ecco il motivo dell'aspetto pallido e anemico rispetto alle tradizionali foto di stuzzichini che vedo online).
Ma è meglio precisare...questa pasta, a base solo di acqua e farina, consente delle preparazioni meno grasse, è vero. Come è altrettanto vero che se non li usa il burro avrà meno gusto e colore e spesso tenderà a sapere solo di farina.

Nel mio caso, avendo utilizzato solo un foglio di pasta, si trattava davvero di un guscio sottilissimo e quindi il gusto di farina era pressoché coperto da quelli più incisivi degli altri ingredienti. Invece la volta che ho fatto dei cestini tipo questi non è che fossero il massimo...

INGREDIENTI per uno
due fogli di pasta fillo
un cespo di indivia
4 fette di chèvre (tipo Saint Maure)
sale, olio, burro e pepe

Tagliare l'indivia e stufarla in poco olio. Regolare di sale e pepe, lasciar intiepidire.
Prendere un foglio di pasta fillo (molto sottile, ma abbastanza largo), piegarlo in due e disporvi al centro una fettina di formaggio con sopra metà dell'indivia, completando con un'ultima fetta di formaggio. Avvolgere su di sè l'involtino (dandogli una forma quadrata o a triangolo) e spennellarlo di burro. Se invece lo si preferisce più ricco, spennellare la pasta fillo di burro prima di avvolgerla.

Cuocere in forno per circa 5 minuti a 200°.

2 commenti:

emme ha detto...

complimentoni! hai un blog delizioso... anch'io adoro cucinare e leggere, proprio come te!
tornerò a trovarti!

♥♥♥ ha detto...

sembra buonissimo!!

Posta un commento