martedì 8 febbraio 2011

Acquisti per la Cucina...e per la Tazza!


In realtà non ho alcuna ricetta, oggi, visto che ho lasciato a casa per l'ennesima volta le dosi degli scones, ma volevo farvi partecipi dei miei ultimi acquisti e dare qualche suggerimento per chi abita nelle mie zone.

Stamattina sono stata in un Outlet del Kasalingo (aborro l'abuso della kappa...), a Bergamo in via Tiraboschi, e ne sono uscita con un pacco di prodotti Tescoma. Insomma, gli sconti andavano dal 25% al 49% (si, 49, non 50...) e visto che a Natale ho regalato a mia sorella un cesto con vari prodotti Tescoma, che a quanto pare ha apprezzato (ed integrato) ecco, ho comprato qualcosa anche per me.

Cose indispensabili, ovviamente. Come gli stampini, che poi non sono proprio stampini, sembrano tagliole per volpi, per fare i ravioli. Li ho visti da mia sorella, ho anche visto (e mangiato) il risultato e credo siano un valido aiuto per fare i ravioli, che mi piacciono, ma mi fanno perdere un'eternità di tempo.
Poi ho preso la siringa per decorare. Ho già il (la?) sac à poche con cui litigo ogni volta che lo (la?) uso, questo sistema mi pare più pratico e meno sporchevole.
Da regalare alla sorella (così prima la testa lei, poi al massimo la compro anche io) la carta da forno riutilizzabile. Io di solito la riutilizzo un paio di volte, però questa, essendo lavabile, è più pratica. L'unica fregatura è che ovviamente è rettangolare, ma volendo si può ritagliare per prendere la forma degli stampi da forno. La consistenza è comunque molto leggera, sembra poco più spessa della carta da forno tradizionale. Chi non ha bisogno di queste cose in cucina?!?!
Meno fantasioso, ma comunque pratico è il contenitore ermetico a tenuta stagna, o quasi. Avendo la pessima abitudine di cacciare tutto in borsa è proprio quello che mi serve per evitare la tracimazione del condimento dell'insalata o del riso dal luogo d'origine al resto della fauna che vive all'interno della borsa: chiavi, occhiali, libri, agenda, iPod...disastro! Questo contenitore l'avevo già comprato (Esselunga, offerta, tutto come d'abitudine) e poi perso, quindi l'ho preso nuovamente e volentieri, funziona in modo egregio.
L'assortimento presente in negozio è molto interessante: coppapasta, pennelli, forme in silicone per muffin, stampi per crostate, di tutto un po' e scontatissimo!

Gli altri acquisti risalgono invece a sabato quando con Giuly siamo state in un negozio di the a Milano. Mi riservo di parlare più in là in dettaglio dei singoli the e infusioni che abbiamo comprato (una decina tra tutte e due), ma nel frattempo vi segnalo il negozio per chi magari avesse in programma una scappata a Milano prossimamente.

Il negozio dove siamo state si chiama La Teiera Eclettica e si trova in Piazzale Bacone 2. Dista un paio di minuti a piedi dalla fermata della Metro di Lima ed una mezz'ora dal Duomo (passeggiando per Corso Buenos Aires e Corso Venezia).
Avrà almeno un'ottantina di the: neri indiani e di altre provenienze, miscele di neri, verdi cinesi e di altre provenienze, miscele di verdi, oolong, rooibos, pu-erh, affumicati, bianchi ed infusi, ce n'è davvero per tutti! Cliccando sulle varie tipologie aprirete direttamente la pagina del sito con le informazioni su ciascun tipo di the, il che è molto utile per poter arrivare in negozio con qualche idea.
Io e Giuly non ci siamo accorte di queste pagine web, ovviamente, e quindi per evitare di far aprire alla proprietaria tutti i contenitori di the per poter dare un'annusatina ci siamo limitate a testare quelli che così, solo dal nome, ci sembravano interessanti o quelli che la titolare ci consigliava, avendo individuato a grandi linee i nostri gusti.

Oltre ai the sfusi qui si trovano una serie di accessori: tazze, tisaniere, teiere, scatole di latta e di cartone, filtri e filtrini! Tutto quello che può essere utile per comporre un pacco regalo per una persona appassionata di the (si, arrivo un po' tardi per il Natale, ma ci sono sempre i compleanni...) o per i più pigri ci sono già dei set con delle belle scatole, tra l'altro! Insomma, difficile uscire di qui senza aver comprato qualcosa.
Inoltre ci sono prodotti per e a base di the: biscotti per accompagnare il the delle cinque, gelatine al the, cristalli di zucchero e via di seguito. Un'esperienza a tutto tondo.
E per completare il tutto non solo si vende, ma si organizzano anche incontri a tema...non solo istruzioni per la corretta preparazione, ma molte altre tematiche che vi invito a consultare sul sito nella sezione Eventi.
Io non c'ho più l'età per fare vita mondana, ma per chi è di Milano o non ha problemi a spostarsi (per me al mattino è sempre troppo presto e alla sera è sempre troppo tardi...e il pomeriggio ho solo voglia di ciondolare...) credo possa essere una bella esperienza.

Su La Teiera Eclettica tornerò più in là quando avrò esaurito le degustazioni di tutto quanto comprato. Per ora ho provato un the nero al mango ed uno all'arancia amara, niente male!

Uh, ultima cosa. I prezzi.
Qui ho avuto la possibilità di comprare anche solo 50 gr anziché il canonico etto, il che è stato cosa buona e giusta in quanto ho potuto permettermi quattro the diversi. In realtà non è molto caro: ho pagato le mie confezioni dai 2,30 ai 3,30 Euro, in base al tipo di the scelto (ho preso oltre a quelli indicati sopra un infuso fragola-arancia ed un the russo agli agrumi). Rispetto a Sweet Irene di Bergamo, dove vado di solito (che è comunque tutta un'altra cosa, è un bar sui generis con rivendita di the) costano leggermente meno visto che lì li pago generalmente 6 Euro per etto.
E se fate il conto di quanto costa una confezione di the in bustina (saranno sui 50 gr) beh, la cifra non è poi così diversa, con tanti vantaggi in più.
Poter scegliere tra tante miscele e the diversi; poter dosare a proprio piacimento la quantità di the da utilizzare; occupare meno spazio; produrre meno rifiuti; avere allo stesso prezzo una qualità maggiore.
La bustina è comoda, ma io a sto punto la relegherei alle situazioni di emergenza :-)

Per la cronaca, né Tescoma né La Teiera Eclettica mi hanno allungato la mancia per far sì che io spendessi buone parole per loro. Però son sempre pronta a ricevere omaggi :-P


6 commenti:

ELel ha detto...

Grandi spese, eh??? E poi vuoi mettere con gli sconti al 49%!!!! ;D

Mirtilla ha detto...

quante belle dritte!!!

Erica ha detto...

Ecco!
peccato che non abito nelle tue zone... sennò la carta da forno riutilizzabile la andavo a prendere al volo.. e poi mica ci sono tutti i giorni i saldi del 49%!! giusto??? eheheh
apparte scherzi quella carta, che guardando la foto sembra un tappetino in silicone (?) deve essere comodissima, mi metterò alla disperata ricerca al più presto ^_^

Molto piacere di coonoscerti :) mi aggiungo molto volentieri ai tuoi lettori, ci vedrem presto ^_^

F.~Mezzaluna ha detto...

ciao, ho trovato il tuo blog girovagando su blogger. sono stata attirata dal titolo (amo il tè, i dolcetti, e colleziono tazze) quindi... ti seguo :)

Anonimo ha detto...

Ciao, sono felice ti sia trovata bene all' outlet, so che la k riporta alla mente un modo per abbreviare come negli sms, ma invece, la k di kasalingo, richiama semplicemente il nome Kasanova, i famosi negozi di casalinghi e liste nozze, essendo il loro outlet.
Mi piaceva darti questa spiegazione, cosi ora la k sara' un briciolo meno " fastidiosa "

buono shopping, e buon divertimento ;-)

sara ha detto...

Ciao, sono felice ti sia trovata bene all' outlet, so che la k riporta alla mente un modo per abbreviare come negli sms, ma invece, la k di kasalingo, richiama semplicemente il nome Kasanova, i famosi negozi di casalinghi e liste nozze, essendo il loro outlet.
Mi piaceva darti questa spiegazione, cosi ora la k sara' un briciolo meno " fastidiosa "

buono shopping, e buon divertimento ;-)

Posta un commento