venerdì 30 aprile 2010

Panini alla Ricotta


Tra le cose da preparare in casa, da soli, credo che il pane sia una di quelle che da più soddisfazione, o almeno a me!
Mi piace molto la preparazione, anche se tra lievitazione e cottura se ne va sempre un mezzo pomeriggio, ma il lavorare a mano l'impasto e vederlo passare da una cosa appiccicosa ad una palla elastica e facile da gestire mi dà sempre una certa soddisfazione.
Poi, a conti fatti, non è che ne mangiamo tanto, di pane, io e Matteo...direi quasi mai! Apprezzo più l'iter che il risultato.

Per questo motivo di solito preferisco preparare pani integrali, come quello che si ottiene dalla Farina Molino Spadoni Pane Nero, che rimangono morbidi più a lungo, quasi una settimana, e si sposano bene sia con il dolce che con il salato.

Questa volta ho cambiato e ho testato una ricetta tratta dal libro "Pane. Il piacere di preparare in casa", della Food Editore, un volume davvero interessante e con ricette per tutti i gusti, anche se abbastanza costoso (24 Euro).
Ho provato, quindi, a fare un pane alla ricotta. La mia speranza era che la presenza di questo formaggio rendesse il pane più umido e quindi ne consentisse la conservazione per più giorni.
Da questo punto di vista non ci siamo, diventa secco nel giro di un giorno o poco più. Ma la consistenza compatta della mollica, invece, ne fa un ottimo prodotto da tagliare e surgelare.

Avete mai comprato delle baguette o ciabattine al supermercato che, una volta sgelate, perdono compattezza? quando le tagli la crosta va da una parte e la mollica dall'altra...che tristezza...
Invece questo pane rimane ottimo, morbido, adattissimo per fare colazione anche perché in questa stagione nel giro di 15 minuti a temperatura ambiente le fette sono perfette!

INGREDIENTI
1 kg farina 00
250 gr ricotta
50 gr burro
15 gr zucchero
20 gr sale
una bustina di lievito secco oppure 25 gr lievito di birra fresco
uovo per spennellare, semi vari

Premetto che con queste dosi ne esce davvero tanto, ma come detto poi si può surgelare e quindi nulla andrà buttato!
In una terrina capiente lavorare ricotta, zucchero e sale in modo da rendere il formaggio morbido e senza grumi. Aggiungere il burro morbido (a temperatura ambiente), poca farina ed il lievito. Proseguire posi alternando la farina all'acqua, per non rendere l'impasto eccessivamente asciutto e difficile da amalgamare.
Una volta esauriti gli ingredienti infarinare il piano di lavoro, versarvi sopra l'impasto e lavorarlo in modo energico per almeno 10 minuti o fino a quando non avrà un aspetto omogeneo. Fatto ciò, formare una palla e metterla nella terrina a riposare per almeno 90 minuti, leggermente infarinata e coperta da uno straccio bagnato, per mantenere la giusta umidità, in un posto caldo. In questa stagione va bene anche su un davanzale dove arriva un po' di sole.

Dopo la lievitazione lavorare nuovamente il pane e dare la forma desiderata. Io ho optato per una treccia e per un paio di panini.
Nel primo caso l'ho preparata, messa sulla teglia da forno, spennellata con l'uovo sbattuto e poi decorata con due tipi di semi alternati (sesamo e papavero). Nel secondo caso ho formato dei panini rotondi, li ho spennellati sulla sommità e li ho poi immersi a testa in giù nel contenitore dei semi. Ecco come mai ho ottenuto una decorazione fitta e quasi perfettamente circolare! Ho poi spennellato anche il resto del panino, prima tralasciato perché dovendoli prendere in mano per decorarli preferivo non fossero viscidi.

Lasciar riposare un paio di minuti, quel tanto che basta per accendere il forno e portarlo a temperatura, e cuocere a 180° per circa 45 minuti.

Ovviamente più il pane è grosso e più ci impiega.

Per coloro che usano il lievito fresco (che io ormai trovo scomodo) il procedimento parte dallo scioglimento del lievito in acqua calda, da aggiungere poi alla farina. Quindi prima ricotta, sale e zucchero, poi poca farina, e lievito sciolto in acqua...

Entrambe le forme sono adatte alla conservazione nel surgelatore anche se la treccia tagliata a fette è più rapida da far sgelare. Però i panini son più belli da vedere.
Assolutamente sconsigliato a coloro che quando mangiano il pane tolgono la mollica, logicamente!

4 commenti:

ELel ha detto...

Anche a me la preparazione del pane da un enorme soddisfazione, più di qualsiasi altro piatto, a parte forse le torte decorate! Volevo provare i panini al latte, ma anche questi m'ispirano parecchio, inoltre devo anche decidermi a provare a surgelarlo, invece di buttarne via un botto ogni volta!

Jasmine ha detto...

Che meraviglia questi panini! Io faccio sempre il pane in casa ma non ho mai provato con la ricotta! Bella ricetta! :)

Buona giornata!
Jas

amzterdam ha detto...

@ Jas e Elel: provate e ditemi! a me è piaciuto ed è stato davvero facile da fare...

Stephen ha detto...

Ciao:

Mi chiamo Stephen e sto studiando l’italiano. Complimenti per il tuo blog, mi piace molto. Vorrei, con il tuo permesso, condividere il tuo blog sul sito http://www.lingq.com. Lingq.com è un sito per studenti indipendenti di lingue straniere. Ho un amico italiano. Mi piacerebbe che lui leggesse ad alta voce e registrasse i tuoi blog. In questo modo gli altri studenti d’italiano potrebbero beneficiare al massimo. Io non sono in nessun modo affiliato con il sito. Sono solo un subscriber. Se quest’idea ti piace io darò pieno credito per ogni post del tuo blog che io userò.

Grazie per la tua considerazione. Fammi sapere se l’idea ti piace.

Grazie mille,

Stephen

Posta un commento