venerdì 24 luglio 2009

Bignè presto fatti (barando un po')!


Dopo aver a lungo sognato di preparare i bagels (fatto!), i bretzel (fatto!), mi rimangono nella lista: la pasta choux, ovvero quella di bignè ed eclaires, e i krapfen. Visto che per i krapfen quello che mi frena è il doverli friggere (A.A.A. cercasi friggitrice in prestito per un pomeriggio) ho preferito cimentarmi in qualcosa di meno puzzolente.


Mi sono quindi lanciata nel mio primo tentativo con la pasta choux, sapientemente fatto con una dose minima, in modo da dover eventualmente buttar via poca roba.

La preparazione della pasta in sé non è stata complicata, si tratta di amalgamare e cuocere un impasto a base di burro, uova e farina, il problema è stata la cottura!

Prima di tutto ho dovuto litigare con la solita sac à poche, che bisognava utilizzare per creare il mucchiettino di impasto.

Poi a metà cottura, quando li ho guardati, si stavano gonfiando e la cosa mi ha riempito di gioia...ma quando son tornata, cinque minuti dopo, erano diventati delle piadine...


Alla prima occasione utile ho chiesto un parere ad un pasticciere amico dei miei genitori che mi ha spiegato il trucchetto!

La prima parte della cottura deve avvenire con il forno chiuso, in modo che il bignè si gonfi...la seconda parte con il forno aperto, in modo che l'umidità esca e la pasta del bignè si secchi un po'. Bisogna insomma seguire per bene i tempi di cottura e le modalità.

Mi ha anche detto che in fondo nemmeno i bignè che si trovano al supermercato, quelli solo da riempire, sono male.


Quindi domenica scorsa ho deciso di provare con l'alternativa più semplice (ma prima o poi riproverò a fare anche l'impasto a casa).

Ho comprato i bignè vuoti della Vicenzi, ho preparato io la crema pasticciera, sia al naturale che al cioccolato, li ho riempiti (non senza difficoltà! io e la sac à poche non andiamo proprio d'accordo...). E li ho mangiati!


In effetti non erano male, lasciandoli riposare in frigo la crema ha inumidito la pasta quel tanto che bastava, visto che in origine i bignè son proprio secchi e fanno anche abbastanza schifo mangiati vuoti (sapete com'è, volevo provare...).


Vi segnalo, quindi, la sola ricetta della crema pasticciera, sperando di mettere al più presto anche quella della pasta choux,e le modalità per farcirli. Nel frattempo utilizzate pure i Bignè da riempire della Vicenzi, io li ho trovati all'Esselunga a poco più di un Euro!


INGREDIENTI

4 tuorli

4 cucchiai colmi di zucchero semolato

60 gr farina bianca (o 40 gr maizena)

500 ml latte

50 gr cioccolato fondente


Mescolare lo zucchero e i tuorli d'uovo in una terrina fino a quando non diventino spumosi, nel frattempo scaldare il latte. Aggiungere al composto la farina o la maizena, mescolare avendo cura di non fare grumi.

Versare il composto di uova nel pentolino in cui si è fatto scaldare il latte, mescolando attentamente, e proseguire la cottura fino a quando la crema non risulti densa.

Fondamentale è mescolare per tutta la durata della cottura, per evitare che la parte a contatto con il fornello solidifichi creando i grumi. Inoltre non proseguite la cottura troppo a lungo, c'è il rischio che la crema pasticciera "impazzisca". Una volta fatta raffreddare  diventerà comunque più solida.


Una volta pronta, versarne metà in una tazza da tenere da parte (sarà per la farcitura al naturale) e far sciogliere il cioccolato fondente nella metà residua (per la farcitura al cioccolato). Una volta ben amalgamato, togliere anche questo dal fuoco e far raffreddare.


Come fare per evitare che si formi la pellicola solida sopra la crema? Ci sono due soluzioni: o far sciogliere un poco di burro sulla superficie, oppure ricoprire la stessa con pellicola trasparente.


Una volta raffreddate le creme, prendere i bignè e praticare un forellino sul fondo (è il posto più pratico).

Arriva il passaggio dolente, ovvero la farcitura: prendere la sac à poche (o meglio ancora, la siringa da pasticciere), scegliere la bocchetta più piccola, riempirla con la crema e introdurre la bocchetta nel foro praticato nel bignè...e spremere! All'inizio bisogna prenderci la mano, ma dopo i primi due tre tentativi si prosegue spediti.


Per evitare che la crema fuoriesca, mettere i bignè a riposare nel frigorifero a pancia all'aria, con il fondo verso l'alto. In questo modo la crema si solidificherà ulteriormente e non uscirà dal bignè.

Una volta ben freddi non ci sono problemi, si possono mettere nella giusta posizione, dar loro una spolverata con lo zucchero a velo e presentarli agli ospiti.





2 commenti:

ELel ha detto...

Una amz che imbroglia proprio non ci credo!!!! ;-PP

Mirella ha detto...

Mmh...adoro i bignè!
Ho provato diverse volte a fare la pasta choux, ma il tentativo è riuscito benino solo una volta.
Io alla crema al cioccolato aggiungo anche un pizzico di cannella.

Posta un commento