giovedì 4 giugno 2009

Stuzzichini/2: Tramezzini

Non c'è cosa più buona che mangiare un buon tramezzino, che non sia stopposo, ma nemmeno strabordante di maionese, che sia gustoso e che non cada a pezzi ad ogni morso...
Mi piacerebbe poterne fare uno con la crema al pollo, ma essendo vegetariana non me la sento di avventurarmi in questo campo, non potendone poi assaggiare (ed eventualmente correggere) il gusto! 
Le prime volte che ho provato a fare i tramezzini ho seguito pedissequamente le ricette trovate e ho anche impiegato un sacco di tempo, ma appena presa un minimo di dimestichezza ho iniziato a farcirli a modo mio, facendo abbinamenti inconsueti ed utilizzando quello che avevo a disposizione.

Regola numero uno: comprate ed utilizzate il pane per tramezzino, non il pan carré come ho visto fare alcune volte.
Regola numero due: utilizzate creme a base di formaggio per tenere il pane umido (meglio che mettere un dito di maionese).
Regola numero tre: il tramezzino, una volta preparato, va tenuto in frigorifero coperto con un tovagliolo umido, in modo che il pane non si secchi.
Regola numero quattro: tagliare il pane con un coltello seghettato avendo cura di procedere piano piano...si otterranno così tagli perfetti!

Passando alle farciture, quello nella foto è a base di crema di tonno, formaggio alle erbe, prosciutto e zucchine grigliate.
 
La prima cosa da fare è preparare le creme, frullando ricotta, tonno e un cucchiaino di capperi per quella al tonno, e ricotta, una fettina di cipollotto, erba cipollina, basilico ed un cucchiaio di succo di limone per quella alle erbe fini (ottima anche con i bagels), regolando di sale.
Sono volontariamente approssimativa con le quantità perché dipende molto dai gusti, ma posso dire che uso all'incirca 150 gr di ricotta per ciascuna preparazione, insieme ad una scatoletta da 80 gr di tonno, nel primo caso.

Il pane per tramezzino che preferisco è quello marca Roberto da 5 fette lunghe. C'è il problema che per il tramezzino ne uso tre e quindi o me ne avanzano due o me ne manca una, oppure faccio tramezzini in quantità industriali! In ogni caso, se vi avanza del pane, chiudete la confezione al meglio, per evitare che si secchi.

Una volta pronte le creme, stendere un velo (proprio velo!!!) di maionese sulla prima fetta e distribuirvi sopra la crema di tonno, per uno spessore di circa 0,5 cm, e poi le fettine di zucchina grigliate. Spalmare la seconda fetta di pane con la crema di formaggio alle erbe fini, aggiungere le fette di prosciutto cotto e appoggiarla sopra quella con le zucchine. Completare con l'ultima fetta, la cui parte che poggia sopra il prosciutto sarà stata spalmata con poca senape, meglio se rustica.
Schiacciare lievemente le tre fette in modo che siano più compatte, coprire con un tovagliolo umido e lasciare nel frigo fino al momento di tagliare i tramezzini e mangiarli!

In alternativa si possono preparare creme con ricotta, grana e funghi e champignos, oppure con ricotta, peperoni rossi e grana...o ancora con formaggio alle erbe e salmone, o aggiungendo alle zucchine delle fette di formaggio di capra o delle uova leggermente strapazzate.
In sostanza basta un po' di fantasia e l'utilizzo di qualcosa che non renda l'insieme troppo asciutto, che sia maionese, formaggio, burro ammorbidito o senape.

Se volete presentarli come bocconcini, potete tagliarli a dadi e presentarli così...se si tratta di qualcosa di più sostanzioso (come la merenda di Matteo, nella foto) va benissimo anche la classica forma a triangolo.


5 commenti:

ELel ha detto...

Uh che gola!!!!! Adoro i tramezzini!!

ricetteleggere ha detto...

buoniiiiiiii

LeCiorelle ha detto...

mamma che buoni i tramezzini, io adoro tonno, pomodoro e maionese *_* insomma na botta auahahah

Mary ha detto...

buoni li adoro!

amzterdam ha detto...

Qualche settimana fa li ho farciti con una crema di ricotta ed erbette appena scottate, arrosto di tacchino e poca senape (versione 1) e ricotta frullata con formaggio Saint Maure con fettine di pomodoro (versione 2).

Posta un commento