lunedì 9 marzo 2009

Bagels

Evvai! Finalmente ho realizzato uno dei miei sogni da apprendista cuoca, ovvero preparare i bagels, uno degli elementi fondamentali del brunch. Oddio, io non sono una patita di brunch anche perché non mi alzo così tardi alla domenica tanto da sentire l'esigenza di sostituire alla colazione un qualcosa di diverso. Però l'idea mi piace, anche perché ritengo tutte le cose che si mangiano in questa circostanza adattabili anche ad un brunch posticipato nel pomeriggio, un aperitivo anomalo, diciamo così.

Non che preparare i bagels si sia rivelata chissà che impresa, ma c'era la fase della lessatura dei panini che mi preoccupava non poco. Invece è andato tutto liscio: è stato facile, divertente ed il risultato davvero ottimo, sia come gusto che come presentazione.
Da rifare, assolutamente!
Magari qualcuno di voi non sa cosa sono i bagels...sono delle ciambelline di pane, generalmente ricoperte di semi, che si tagliano a metà e si farciscono di salmone ed erba cipollina, formaggio fresco, uova strapazzate, quel che si vuole. Non essendo la pasta molto salata, anzi, quasi dolce, accompagnano molto bene gusti forti.

Quali sono le fasi salienti della preparazione? Creare il foro e lessarli. Per quanto riguarda il primo aspetto, in realtà è semplicissimo...una volta formata una pallina di pane, premere bene al centro con il pollice per creare il foro. Poi io ho fatto girare un paio di volte il panino intorno all'indice. La pasta è elastica, non c'è rischio che si rompa. Mentre per la lessatura, una volta cotti in acqua i bagels diventano abbastanza duri, quindi girarli e scolarli con la schiumarola non è davvero un problema!

INGREDIENTI per 8 panini
300 gr farina 00
15 gr lievito di birra fresco
30 gr burro
1,5 dl acqua
3 cucchiai di zucchero
sale, semi vari (finocchio, papavero, lino, cumino, sesamo)

Far sciogliere il burro in 1,5 dl di acqua, se usate il lievito fresco scioglierlo nell'acqua una volta che si è leggermente intiepidita. Aggiungere la farina, un cucchiaio di zucchero ed una presa di sale, lavorare la pasta e lasciarla riposare un'ora in un posto caldo e coperta con uno straccio umido.
Formare i panini, creare il buco centrale e lessarli 3 minuti per lato in una casseruola con acqua, due cucchiai di zu cchero ed un cucchiaino di sale. Per girarli e scolarli usare la schiumarola. Trasferirli in una teglia rivestita con carta da forno, spennellarli con tuorlo d'uovo, decorarli con i semi e cuocerli a 180° per 25 minuti.

Il mio consiglio è di utilizzare il lievito secco Bertolini piuttosto che quello fresco, per evitare problemi di lievitazione. Quando si usa il lievito fresco, infatti, l'acqua troppo calda o tiepida possono pregiudicare la buona riuscita del pane; con questo nuovo lievito, che si aggiunge direttamente alla farina senza essere sciolto, questa evenienza è praticamente annullata.
L'unica accortezza è dosare bene il lievito: la bustina ne contiene 7 gr, che equivalgono a 25 gr di quello fresco, quindi per la quantità di farina indicata in ricetta bisogna utilizzarne solo 4 gr (o l'intera bustina aumentando in proporzione gli altri ingredienti).



4 commenti:

Viola ha detto...

Ma ti sono venuti davvero benissimo!!!
SPETTACOLARI!

ELel ha detto...

Li proverò quando torna il maritozzo!

del Dobbio ha detto...

interessanti, mi alzo e li vado a fare!

del Dobbio ha detto...

insomma, belli da vedere, ma così così da mangiare, io credo che con il lievito di birra ci voglia un pò più di lievitazione, anzi, anche dopo la lavorazione, secondo me andrebbero rifatti lievitare....ma io avevo fretta perché ero invitata giusto giusto a un brunch, un brunch autogestito, ognuno portava qlcs, per fortuna io avevo altri 2 assi nella manica!

Posta un commento